Comune di Budoia dynAlp climate Legambiente ProLoco Budoia

Logiche di gestione e valutazione economica

Attività dello sportello energia dal bosco a Budoia

• Punto di incontro tra domanda e offerta, e gestione iniziale.
Chi è la domanda?
operatori: tutti coloro che si rendono disponibili ad operare in bosco, previo corso di formazione ed iscrizione alla cooperativa. Ogni operatore utilizza attrezzature proprie (motosega, trattore, verricello, decespugliatore, ecc.) i cui costi di gestione sono coperti dal Progetto «dynAlp climate».
Cooperativa:  ente, «Le Anguane», che gestirà la parte economica e logistica di tutti gli operatori.
Abbandonata l’idea di appoggiarsi alla Cooperativa «Le Anguane» per la gestione degli operatori forestali si è dovuto ricorrere alla costituzione di un gruppo di volontari gestito dallo sportello energia e coordinato dal Sig. Mauro Zambon, operatore forestale di professione.
Chi è l’offerta?
bosco ceduto dal proprietario che volontariamente si è recato allo «sportello energia dal bosco», o che è stato contattato dallo sportello perché proprietario di una particella compresa nella zona campione.
Cosa significa gestione iniziale?
Raccolta dati domanda e offerta volontaria o contattata.
Individuazione fisica dei confini del bosco con l’utilizzo del GPS e l’aiuto in loco del proprietario.
Stima sintetica a vista sulla base di esperienze già acquisite del legname in piedi e decisione sull’entità dell’intervento.

• Individuazione aree maggiormente significative ai fini del progetto, dette CAMPIONE.
Queste aree sono state scelte perché vicine al centro abitato e di facile accesso.
Zona «Colli di Santa Lucia».
area campione

• Raccolta dati domanda e offerta volontaria.
Aderiscono circa 10 proprietari, disposti quindi a cedere il proprio bosco, e 10 operatori, disposti ad organizzarsi nelle squadre di lavoro che verranno gestite dalla cooperativa.
Il numero di proprietari comprende anche proprietari di boschi esterni alle aree campione.

• Raccolta dati offerta da contattare individuando i proprietari di tutte le particelle presenti nelle aree campione. Su 38 proprietari a cui è stato inviato il modulo di adesione al progetto hanno risposto positivamente 23 proprietari (oltre il 60%).

• Individuazione aree campione nel mappale 13 e 16 (Colli di Santa Lucia) (15.750 m2).
Superficie totale potenziale calcolata dall’Agenzia del Territorio: ha 10.9.

mappali 13-16

 

ettaro

Individuazione dell’«ettaro» (ai fini del progetto) nell’area campione.

• Individuazione fisica della superficie e stima in piedi del legname.
Sono stati determinati in loco i confini della superficie e delle particelle catastali che la costituiscono avvalendosi di un GPS portatile e della mappa fornita dalla Regione FVG.
In collaborazione con l’Ispettorato Agricoltura e Foreste di Pordenone (dott. Roberto Luise) è stato effettuato l’assegno basandosi sul criterio di un limitato prelievo di biomassa legnosa per unità di superficie e da un’oculata scelta delle piante da abbattere a favore del mantenimento della copertura arborea.
Per calcolare il volume della biomassa legnosa da asportare è stato misurato il diametro di ogni pianta da abbattere mediante cavalletto dendrometrico. I dati sono stati dunque riportati su un piedilista di cavallettamento indicandone anche la specie (robinia, rovere, castagno, olmo, frassino, nocciolo, carpino bianco e nero) ed elaborati applicando la tavola decima di Algan come previsto dall’Art. 41 del DPR 032/Pres. del 12 febbraio 2003.
tavola decima Algan

Concludendo, la massa è stata quantificata all’incirca pari a 600 q.

• Calcolo delle spettanze per i proprietari.

Calcolo della massa ricavabile su 1 m2 di superficie:
Massa totale sull’intera superficie: 600 q
Superficie totale: 15.750 m2
600 q/15.750 m2 = 0,038 q/m2 = 4 kg/m2 (arrotondato).

Calcolo della massa su ogni singola particella catastale:

tabella massa singola particella

Calcolo della massa per ogni singola proprietà:

tabella massa singolo proprietario

tabella massa singolo proprietario

Calcolo del valore della massa ritraibile da ogni singola proprietà:

tabella massa ritraibile

Calcolo del corrispettivo in denaro o in tondame o in legna da ardere equivalente al valore del soprassuolo di ogni singola proprietà:

tabella corrispettivo

Legname: ogni proprietario riceve un quantitativo di legname proporzionale alle dimensioni della propria particella.
Denaro: corrispondente al valore del legname in piedi.
A titolo gratuito

Calcolo delle spettanze per gli operatori:
Legname: ogni operatore riceve, in base alle ore di lavoro svolte, una parte della legna restante dopo la consegna ai proprietari.

Totale ore: 345
Numero operatori: 10
Legname da spartire tra gli operatori: 300 q circa
Legname per ora di lavoro: 300 q/345 ore = 0,87 q/ora

Esempio:
Operatore 1: ore di lavoro 51
quantitativo di legname dovuto: 51 ore X 0,87 q/ora = 44,4 qi

Operatore 2: ore di lavoro: 29,5
quantitativo di legname dovuto: 29,5 ore X 0,87 q/ora = 25,7 q

• Lavorazione del legname e consegna ai proprietari.
Il legname destinato ai proprietari, corrispondente a 125 q totali circa, è stato in parte consegnato come tondame ed in altra  parte depezzato e spaccato secondo le necessità espresse da ognuno.
La legna depezzata e spaccata è stata quindi consegnata ad alcuni proprietari mentre ai rimanenti verrà consegnata entro fine anno.

 

 

 

2019  Energia dal bosco - Budoia  globbersthemes joomla templates

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione e necessari al funzionamento. Per sapere di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra politica sulla privacy dal link più avanti. Accetta i cookie dal link più avanti. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information